Cercare un figlio: i consigli per lei e per lui

Finalmente avete deciso. Dopo mille dubbi e ripensamenti voi e il vostro partner volete provare ad avere un bambino. E quale consiglio migliore ci può essere per dare la caccia alla cicogna se non quello di fare l’amore? Sembrerebbe scontato e invece tanti ginecologi ritengono che la frenesia della vita moderna riduca notevolemente i rapporti sessuali fra le coppie; mentre la prima regola per chi è alla ricerca di un bebè è quella di avere minimo tre rapporti sessuali alla settimana….e vivere il sesso con allegria! All’Università inglese di Sheffield, infatti, hanno dimostrato che il sesso vissuto con gioia e unito ad un intenso piacere fisico e psicologico può incrementare del 50% nell’uomo la produzione di spermatozoi. Non solo: nella donna cresce il numero di contrazioni muscolari che favoriscono l’incontro tra ovulo e spermatozoo e l’impianto uterino.

cercare un bimbo consigli

Capita spesso, poi, che le coppie in cerca di un figlio vivano i rapporti in modo meccanico, concentrati sull’obiettivo finale, perdendo invece di vista l’elemento amoroso ed erotico; e questo è dannoso sia per la coppia che ai fini riproduttivi, perchè la natura ha preposto il piacere come un fattore che favorisce la fecondazione. Cercate di eliminare il più possibile lo stress, il fumo e gli alcolici: tutti fattori che in qualche modo compromettono la fertilità maschile e femminile. E poi ricordatevi del vecchio detto “il mattino ha l’oro in bocca”: la fertilità è più alta la mattina presto….per cui cominciate la giornata con un ottimo risveglio!!!!

Consigli per lei: Innanzitutto prima di pensare di concepire un bambino è bene farsi visitare dal proprio ginecologo che provvederà a prescrivervi delle analisi di routine ai fini preconcezionali: prima di mettere in cantiere un bebè bisogna assicurarsi che il vostro apparato genitale sia sano e non vi siano delle infezioni in atto, o squilibri ormonali che potrebbero compromettere un’eventuale gravidanza. E comunque non aspettate troppo prima di decidere di fare un figlio. Purtroppo per le donne l’età è una forte discriminante ai fini della riproduzione: la fertilità comincia a diminuire superati i 30 anni, dopo i 35 è del 50% e subisce un calo significativo dopo i 40. Con l’età poi aumentano i rischi di malattie genetiche del bambino e cresce il rischio di complicanze e abortività. E’ sempre un ottimo alleato per la fertilità una dieta corretta e bilanciata. In particolare non dovrebbero mai mancare nei vostri piatti verdure a foglia verde, broccoli e agrumi, ricchi di vitamina A e C, oltre al pesce e alla carne, fonti di vitamina D e ferro.

Consigli per lui: Secondo le ultime ricerche, l’infertilità maschile è in continuo aumento, sia per la poca informazione e prevenzione a livello medico, sia per lo stile di vita sempre più sedentario e poco attento ad alcune regole di base. Un importante studio americano ha messo in luce la relazione fra aumento di peso e rischio di sterilità maschile: ogni dieci chili in eccesso la fertilità si ridurrebbe del 10%. Anche gli uomini sottopeso rischiano: gli individui con indice di massa corporea inferiori alla media presentano una riduzione del 36% del numero di spermatozoi rispetto ai normopeso. Mangiate quindi molta frutta e verdura, ricche di vitamine, acido folico e fibre, ottimi alleati per ridurre il livello di stress ossidante che deteriora la qualità dello sperma, e il pesce azzurro, preziosa fonte di omega-3 e omega-6, utili per rendere gli spermatozoi più numerosi e attivi.

Evitate poi tutte quelle situazioni che potrebbero esporre i vostri testicoli ad un aumento della temperatura: saune, bagni caldi, indumenti stretti, tenere il laptop sulle gambe, stare troppo tempo seduti, sono tutte situazioni che potrebbero aumentare la temperatura nella zona pubica e quindi danneggiare gli spermatozoi, molto sensibili al calore.